è stato aggiunto con successo al carrello.

India e tè…scopriamo un po’ di più

Il è una delle bevande più diffuse in tutto il mondo e ogni nazione ha un modo tutto particolare per preparalo. Tra i maggiori produttori della nostra amata bevanda, accanto a Cina e Giappone, troviamo l’India dove degustare il Masala Chai, una delle tradizioni più amate è diffuse tra tutta la popolazione. Scopriamo insieme tutta la magia del rito del tè indiano!

 

La storia del Masala Chai
Come prima cosa dobbiamo dire che si tratta di un tipo bevanda molta diversa da quella che noi europei siamo soliti assaporare, preparata con tè nero di Assam, latte, zucchero e varie spezie, tra cui il cardamomo.

La preparazione del tipico tè indiano, così come oggi lo conosciamo, ha avuto inizio nel 1823 quando la Compagnia Britannica delle Indie Orientali ha iniziato a promuoverne il consumo per contrastare il monopolio cinese. In questi anni però la produzione di tè nero era principalmente orientata all’esportazione e la bevanda aveva prezzi troppo elevati per la popolazione locale.

Dobbiamo attendere fino agli inizi del ‘900 per assistere ai primi tentativi di diffondere il consumo di tè locale in India, quando l’Indian Tea Association ha iniziato a proporlo ai bramini, la casta più influente della Nazione. Per sopperire al costo elevato del tè nero gli indiani decisero di aggiungere alla bevanda latte, zucchero e spezie, dando così origine al Masala Chai. Grazie a questa variante hanno iniziato a diffondersi i wallash chai, piccoli chioschetti per il tè posti nei punti più strategici delle città, come le stazioni, e presenti ancora oggi. La strategia promossa dalla compagnia si è dimostrata vincente e il Masala Chai è diventato una delle bevande più amate in tutta l’India.

 

Come si prepara
Per preparare una tazza fumante di Masala Chai è bene attenersi alla tradizione indiana, elementi immancabili sono il tè nero, preferibilmente di Assan, il latte e ovviamente le spezie, prima fra tutte il cardamomo. L’insieme di aromi utilizzati prende il nome di karha e varia a seconda delle diverse tradizioni regionali, oltre al già citato cardamomo possiamo trovare: zenzero, cannella, chiodi di garofano e pepe.

Come prima cosa portiamo l’acqua a ebollizione con le spezie che abbiamo selezionato, successivamente, lontano dal fuoco, aggiungiamo una bustina di Tè Nero Nilgiri foglia lunga e lasciamo in infusione per qualche minuto e infine aggiungiamo il latte caldo lasciando riposare per 10 minuti.

 

Ora che il nostro tè è pronto non ci resta che metterci comodi sul divano davanti al fuoco scoppiettante del camino e gustarci una tazza bollente di Masala Chai.

 

Se sei sempre di corsa e non hai tempo per prepararti il Masala chai, ti aiutiamo noi prova il tea cube masala spicy tea.

Commenta

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e per inviarti messaggi pubblicitari personalizzati. Per informazioni dettagliate sulla tipologia ed impiego dei cookie in questo sito web ed eventualmente negare il consenso alla loro installazione, ti invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi