è stato aggiunto con successo al carrello.

Tisane e infusi…sapete qual è la differenza?

Nonostantealcune piacevoli e soleggiate giornate autunnali, arriva il momento in cui dobbiamo fare i conti con temperature basse e mani e piedi tremolanti! I mesi freddi dell’anno sono ormai alle porte, ma portano con sé anche un lato positivo… le giornate sul divano con la copertina a guardare la tv, sorseggiando bevande calde. Scaldarsi e coccolarsi con una buona tisana o infuso è sicuramente una delle cose più piacevoli della stagione fredda, voi siete più per le tisane o per gli infusi? Sono la stessa cosa direte voi… sbagliato! Non sono assolutamente sinonimi. Tante volte nella lingua italiana, alcuni termini vengono utilizzati come sinonimi quando in realtà non lo sono. È il caso appunto di tisane e infusi, grandi protagonisti del nostro inverno. In questo articolo cerchiamo di chiarirvi la differenza…

 

TISANA

La tisana è una bevanda calda prodotta dalla combinazione al massimo di sei diverse piante officinali. Queste piante vengono sminuzzate secondo un preciso criterio e vengono immerse in acqua bollente e lasciate in infusione per 5 minuti. Lo sminuzzamento è molto importante e permette di far fuoriuscire tutte le proprietà della pianta utilizzata.

Solitamente una buona tisana è composta da una pianta base dominante dalle proprietà funzionali e da piante secondarie in minore quantità che migliorano e potenziano l’azione benefica, ma soprattutto il gusto.

Si può dire che le tisane nascono come un vero e proprio rimedio benefico, hanno una proprietà da cui si trae beneficio. Quante volte le vostre nonne in passato vi facevano bere la tisana per la tosse o il mal di gola? Tra le più famose troviamo sicuramente le tisane con malva e eucalipto contro i malanni di stagione, il finocchio per drenare e con funzione digestiva e la melissa per conciliare il sonno, insomma ne esistono veramente molte e sono tutte buonissime.

 

INFUSO

L’infuso è una tisana molto più leggera (sì, abbiamo usato il termine tisana ma solo per spiegarvi meglio, non usateli come sinonimi!). L’acqua bollente viene versata sul composto vegetale che può essere monoerba, oppure un mix di erbe e frutti combinati insieme. Il tutto viene lasciato a riposare in infusione per 5 minuti e poi filtrato per eliminare il residuo. È possibile dolcificare con miele, zucchero e stevia, ma in caso di raffreddore vi consigliamo di utilizzare il miele, è un potente antibiotico naturale.

 

La differenza sostanziale tra i due sta proprio nella selezione degli ingredienti. Se la tisana viene bevuta per ottenere un beneficio, derivato proprio dalle proprietà funzionali di alcuni ingredienti, l’infuso viene bevuto perché è buono e regala una coccola al corpo, per concedersi un momento di relax fatto di gusto e calore.

 

Everton vi offre una vasta gamma di tisane e infusi per soddisfare tutti i vostri gusti, visitate il nostro sito e scegliete tra le tante proposte.

 

Commenta

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e per inviarti messaggi pubblicitari personalizzati. Per informazioni dettagliate sulla tipologia ed impiego dei cookie in questo sito web ed eventualmente negare il consenso alla loro installazione, ti invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi