0

Ora, dopo sushi e sashimi, anche la pasticceria giapponese sta conquistando l’Italia. Mai sentito parlare dei mochi al tè verde? Sono i tipici dolcetti portafortuna made in Jap, una sorta di polpetta di riso, perfetta da servire dopo pranzo o per la merenda.

Morbidissimi e da divorare prima con gli occhi e poi con la bocca, i mochi al tè verde hanno un gusto rinfrescante con una punta amara, data dal Matcha, che li rende ideali per l’estate.

In più non contengono glutine e sono quindi ottimi anche per chi soffre di celiachia. Pronti per realizzare questa ricetta dal sapore orientale? Andiamo!

mochi al tè verde

Ricetta per il mochi al tè verde, il dolcetto portafortuna

Dietro l’apparente semplicità, la preparazione dei mochi al tè verde è abbastanza complessa. Ma noi ci proviamo comunque. Eccovi la lista della spesa!

Ingredienti motchi matcha

Per la pasta:

  • 300 g di farina di riso
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 225 ml di acqua tiepida
  • qualche goccia di colorante alimentare verde

Per il ripieno al tè verde:

  • 350 g di fagioli bianchi (ammollati durante la notte, sgocciolati e risciacquati)
  • 2 cucchiai di tè verde Matcha Bio Everton
  • 110 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di miele
  • b. farina di mais (vi serviranno per la decorazione)

Preparazione

Cominciamo con la pasta! Iniziate a mescolare tutti gli ingredienti secchi, mescolando con una forchetta fino ad averli ben amalgamati. Aggiungete ora acqua tiepida e il colorante e continuate a mescolare. Se risulta troppo farinoso aggiungete altra acqua. Quando l’impasto sarà omogeneo coprite la ciotola con un panno umido.

Riscaldate i fagioli, il tè Matcha in polvere e lo zucchero in una pentola e cuocete delicatamente per circa un quarto d’ora. Mescolate il composto, aggiungete il miele e lasciate raffreddare. Ora recuperate la pasta e prendetene piccole porzioni, creando dei dischi con le mani. In una sac à poche mettete un cucchiaio del ripieno e inseritelo al centro di ogni disco. Quindi chiudete il vostro mochi pizzicando la pasta verso l’alto, un po’ come un raviolo.

È tempo di infornare! Posizionate le palline ottenute sulla carta da forno cosparsa di farina di mais. Inserite nel forno anche una teglia piena di acqua sotto i vostri mochi. Cuocete quindi a vapore per 15-20 minuti fino a quando non diventeranno lucidi, morbidi e leggermente appiccicosi. Raccogliete con un cucchiaio ogni dolcetto e fatelo rotolare nella farina di mais. La pasticceria giapponese è servita 😉

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e per inviarti messaggi pubblicitari personalizzati. Per informazioni dettagliate sulla tipologia ed impiego dei cookie in questo sito web ed eventualmente negare il consenso alla loro installazione, ti invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni". Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi